mercoledì 7 dicembre 2016

Furio il pulito

 Il Furio è tornato abbastanza normale.
 Che sia un bene, parliamone.

 Ha ripreso tutti i suoi vizi e le sue paturnie, vuole uscire, però vuole stare a casa, però vuole la pappa nuova però non tanta, però anche un assaggio di quella coi bocconcini dentro, però vuole coccole, però vuole stare da solo.

 La pappa nuova è una versione spumosa della superpappa: meno unticcia, della consistenza della spuma di prosciutto, leggerissima. Si mangia e si beve, visto che ancora la mira ed il naso per acchiappare il cibo solido vanno e vengono.
 L'unico problema è che, essendo così a panna montata, il Furio in questa pappa ci si infila dentro con tutta la faccia e si sporca ovunque.
 Poi si scrolla e riesce a spruzzare roba da un capo all'altro della stanza.
 Poi starnuta, e sono altre impallinate contro al muro.

 E poi si lava.

sabato 3 dicembre 2016

piccola storia triste

Il Furio sta benissimo. Fin troppo, ma ne riparleremo.

 Perché, nel frattempo, ci eravamo dimenticati dell' ex-Cratere Orbace.
 I primi ad essersene dimenticati furono gli Orbaci stessi, che hanno portato avanti le pratiche per la definitiva attivazione del manufatto con l'entusiasmo e l'energia di una pigna.
 Faticosamente, han trascorso l'estate, l'autunno, trascinandosi tra una delibera, un preventivo, una decisione da prendere e rimandata, un foglio da firmare, un mah, un boh, un forse, un vedremo.

 Senonché, quelli a cui avevano fatto promesse, con l'avvicinarsi dei primi freddi, han dato mano a torce e forconi: è tutto pronto dallo scorso inverno, pretendiamo il guiderdone agognato.

martedì 29 novembre 2016

Furio lo stazionario

 Niente di nuovo.
 Furio sempre col naso tappato, mangia poco e male e quindi lo siringo di pappetta in bocca ogni volta che mi capita a tiro.
 Il che significa che quando lui vede me, sa che ho la siringa di pappetta e si nasconde.
 Il gatto che si morde la coda, insomma.

 A breve visita dalla Veterinaria per decidere come andare avanti con terapia.

venerdì 25 novembre 2016

Furio e la banda degli sciancati

 Sempre meglio, finito il ciclo di visite giornaliere dal Veterinario: passiamo alle visite settimanali.

 Per fortuna, che c'è sempre folla, in ambulatorio.
 Non tanto e non solo clienti, ma gattame.
 Dentro all'ambulatorio, libero che scorrazza su e giù dagli scaffali e viene a vedere chi è quello nuovo che è arrivato con la gabbietta.

 Il Furio la prende anche abbastanza sportivamente, di trovarsi un perfetto sconosciuto peloso che arriva,salta sul tavlo, gli arriva a un centimetro dalla faccia e lo annusa.
 Resta perpito, come già gli succedeva per il Penna SenzaPaura buonanima.

 Tutto il gattame lì è il risultato di essere una veterinaria gattofila.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...